martedì 13 novembre 2007

Crème brûlée

La prima volta che ho incontrato questo dessert è stato a Parigi ormai 10 anni fa,
la vedevo in ogni menù ma non mi aveva mai tentato, dopo diversi anni mi è stata riproposta ad un corso di pasticceria e devo dire che l'ho subito trovata squisita, me ancora una volta la ricetta è finita nel mucchio per qualche anno finchè mi sono alzata una mattina con l'idea che fosse arrivato il momento giusto per provere a farla, il risultato è stato un successo. Ha una consistenza deliziosa con quella crosticina croccante e gustosa in superficie ed una cremosità delicatissima all'interno.



Per 4-5 persone:
Panna fresca 170 g
Latte 100 g

Zucchero 65 g

Tuorli 3

Uova 1
Vanillina 1 pizzico
Buccia di arancia

Zuchero di canna


Scaldare il latte con la buccia di 1/2 limone o arancia,
portare ad ebollizione e lasciarlo riposare per 1 ora
in modo da permettere all'essenza della buccia di aromatizzarlo.

In una pentola scaldare almeno 1 litro d'acqua.

In una casseruola (che può andare sul fuoco) lavorare i tuorli, l'uovo e lo zucchero fino a sbiancare il composto (non serve che sia montato).

Aggiungere la panna ed il latte e mettere sul fuoco a fiamma molto dolce per 2-3 minuti.

Cuocere a in forno a bagno maria, utilizzando l'acqua precedentemente scaldata, a 170° per 40 minuti.

Lasciare intiepidire quindi cospargere con lo zucchero di canna e porre sotto il grill del forno a gratinare.

11 commenti:

Tulip ha detto...

io e il mio ragazzo ne andiamo matti!!

:)

Roxy ha detto...

Anch'io l'ho sempre un pò snobbata nei menù di dolci....poi l'ho assaggiata ed è scoccato l'amore anche se non ho mai provato a farla! Baci

Imma ha detto...

anche a me piace nella sua semplicita e raffinatezza. La tua versione mi intriga per l'uso delal panna. Serve a dare una maggiore cremosita' forse? SAra' il mio prossimo esperimento!

graziella ha detto...

Anch'io non l'ho scoperta da molto, ma ora ne vado pazza!
Da provare a riprodurre senz'altro!

Dolcetto ha detto...

Ma che bella questa ricettina, sono contenta che ti sia venuta voglia di realizzarla e di rendere partecipi anche noi di questa golosità!
Buon fine settimana!

Micky ha detto...

Vediamo se riesco a postare il commento che ultimamente ho dei problemi...

Imma, sinceramente non l'ho mai fatta senza panna, ma sì, penso che serva a dare una maggiore cremosità :-)

Mia ha detto...

Non c'è proprio modo di farla senza forno? Il mio ha il portello rotto e non so se per venerdì sarà riparato (ho una cena romantica venerdì...)
Poi volevo chiederti: si cuoce in forno a bagnomaria? Sono poco ferrata in materia e nel post non è chiarissimo. Grazie e complimenti per il blog, è stupendo :-)

Micky ha detto...

Mia, per il forno non puoi "puntellare" la porta in qualche modo ;-)

Comunque sì, a bagno maria, metti tutte le ciotoline in una grande pirofila e ci versi attorno l'acqua già calda, poi inforni.
ciao

doc ha detto...

provero' questa versione.. la prima volta che l'ho provata e' uscita una cosa oscena! ti faro' sapere.

ciao
doc

aracoco ha detto...

Deve essere buonissima...
aracoco
http://dolcienonsolo.myblog.it/

Moscerino ha detto...

Dunque con ordine:
-congratulazioni ad entrambi per il prossimo grande evento;
- complimenti per il blog, molto bello;
- adoro la creme brulè e voglio imparare a farla, sto raccogliendo ricette e questa sembra promettente!! me la segno! :-)