mercoledì 28 maggio 2008

Apfeltorte


Di mele, si sa, ne esistono più di 2000 varietà, dalle più dolci alle più aspre, farinose o croccanti, verdi, gialle o rosse, ma in commercio generalmente si trovano le più comuni, le golden e red delicius, le granny smith e le fuji. Quando l’altro giorno al supermercato qui vicino ho visto le renette non potevo certo ignorarle, quante torte richiedono questa varietà e noi (o almeno io!) puntualmente usiamo quelle che stazionano da un po’ troppo tempo nel cestino della frutta?
La torta che cercavo doveva esaltarne il sapore con la giusta proporzione tra pasta e mele, oltre a permettermi di dividere la preparazione in più tempi, all’occorrenza ;-).
Questa mi ha veramente soddisfatto, una pasta molto simile alla frolla, rustica al punto giusto che, grazie anche al ripieno umido, risulta particolarmente morbida (da provare anche farcita con crema al limone), non troppo dolce in modo da lasciare spazio al sapore del ripieno e buona anche fredda, che con il caldo di questi giorni non guasta.


Impasto:
Farina 00 300 g
Burro 100 g
Zucchero semolato vanigliato 120 g
Lievito 2 cucchiaini rasi
Rum 1 cucchiaino
Tuorlo d’uovo 1
Sale

Ripieno:
Mele renette 1 kg
Scorza di 1 limone
Zucchero 2 cucchiai

Tuorlo d’uovo 1

Preparare il ripieno:
sbucciare e tagliare le mele a pezzetti,
cuocerle con la buccia di limone grattugiata e lo zucchero finchè si saranno ridotte in crema,
poi lasciarle raffreddare.

Preparare l’impasto:
setacciare la farina con il lievito,
aggiungere lo zucchero semolato vanigliato (o estratto di vaniglia),
il rum, il sale, l’uovo ed il burro a pezzetti.
Impastare fino ad ottenere un panetto liscio, farlo riposare un paio d’ore al fresco.

Con 2/3 dell’impasto foderare il fondo ed i bordi di una tortiera di diametro 24 cm.
Riempire con il ripieno di mele.
Stendere la rimanente frolla in un cerchio dello stesso diametro e coprire la torta.
Spennellare con un tuorlo d’uovo sbattuto e con una forchetta tracciare dei decori a piacere, bucherellando poi e in più punti per fare uscire il vapore.
Cuocere per 40 minuti in forno a 200°.

7 commenti:

Cuocapercaso ha detto...

i dolci di tradizione nordica io li adoro... questa torta sarà mia...nel senso che la faro'...perchè penso che la tua sia già finita!! ;-)
baci
Grazia

Precisina ha detto...

E' bellissima!!! Immagino la bonta'...secondo me anche bella fredda di frigo, gustata con un te' altrettanto freddo...COMPLIMENTI!!!

anna ha detto...

Mammina ti sei data da fare alla grande in questi giorni...prima una meravigliosa torta alla nocciola e zabaione e poi questa meraviglia di mele...mi fa molto piacere che sei tornata alla grande.
Bacioni

enza ha detto...

ioioioioioioio oppure ancoa ancoa ancoa ancoa ecco come farà martina tra un pò.
posso sotituirla nel frattempo? ;)

Imma ha detto...

Ne e' rimasta una fettina????

Micky ha detto...

Purtroppo è finita già da un bel po',
ed era proprio bona anche da fredda.

FairySkull ha detto...

Questa me la segno la foto mi fa una gola !! Ciao lisa
http://ricettedafairyskull.myblog.it/